CAST TECNICO

Distribuito da Paradise Pictures in associazione con Stemo Production
Prodotto da Pulcinella Film e Social World Film Festival nell’ambito di Film4Young co-finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dip. della Gioventù e del SCN
Regia Giuseppe Alessio Nuzzo
Soggetto e sceneggiatura Toni Trupia, Daniele Pace e Giuseppe Alessio Nuzzo
Fotografia Antonio De Rosa aic imago
Montaggio Mario Vezza
Musiche originali Adriano Aponte
Musiche Soundiva, Marco Ligabue, Tullio De Piscopo, Alex Colle
Scenografia Anna Seno
Costumi Annalisa Ciaramella
Suono Francesco Guarnaccia, Giorgio Durantino
Aiuto regia Giovanni Mazzitelli
Edizione Chiara Borzacchiello
Effetti speciali Mario Geldi
Direttore di produzione Gelsomina Tagliamonte

SCHEDA TECNICA

Genere Thriller psicologico
Durata 100’
Anno 2017
Paese Italia
Formato di ripresa 4K
Formato di proiezione DCP
Screen ratio 2:35:1
Lingua originale Italiano
Sottotitoli Inglese
Suono 5.1

CAST ARTISTICO

Francesco Montanari Gabriele Manetti
Nicoletta Romanoff Michela Piscopo
Fabrizio Nevola Alfredo Villano
Anna Safroncik Aylin Akdag
Luigi Diberti Giovanni Manetti
Massimo Poggio Marcello Denolfo
Yuri Napoli Ciro
Renato Scarpa Professor Attanasio
Sergio Solli Carmine
Nello Mascia Don Pasquale
Maria Grazia Cucinotta Mamma di Gabriele

con la partecipazione straordinaria di
Lino Guanciale, Rosaria De Cicco, Salvatore Misticone, Roberta Scardola, Peppe
Mastrocinque, Marco Ligabue, Alex Colle

e con
Jonathan Gasparini, Angela Bertamino, Stefania Autuori, Clara Morlino, Livinia
Limone, Vincenzo Maria Pulcrano, Marco Serra, Nino Russo, Ottavio Buonomo,
Antonio Racca, Stefano Aprea, Piera Russo, Vittorio Sirica, Gabriele Gigante,
Vincenzo De Maria

 

SINOSSI
Tornato dall’India dopo un viaggio d’affari, il giovane imprenditore Gabriele Manetti sente che la sua vita sta per prendere una direzione diversa da quella che ha sempre avuto. Il suo mondo, le certezze che la sua condizione sociale gli ha permesso di avere, lo stesso rapporto con la sua fidanzata e con i suoi amici non lo appagano più. Si accorge, però, di essere tornato dal viaggio anche con qualcos’altro: scopre, infatti, di aver acquisito la capacità di poter “vedere” oltre le apparenze, di poter prevedere il futuro…